Quantcast

Real Estate

Un altro salvataggio per i fondi immobiliari fino a tutto il 2022

La norma è contenuta nel decreto Ristori quater. Secondo il Sole 24 Ore la proroga correrebbe in aiuto in primis e in extremis del Fondo Socrate di Fabrica Sgr che arriva in scadenza fra meno di un mese (31 dicembre 2020) con ancora gran parte del patrimonio immobiliare da vendere

Immobiliare, investitori istituzionali a caccia di uffici

Con la pubblicazione del decreto Ristori quater in G.U., è arrivata la conferma della facoltà concessa ai gestori di prorogare fino al 31 dicembre 2022 i fondi immobiliari quotati che in questo arco temporale giungono a scadenza. Lo scrive il Sole 24 Ore. Un termine ultimo entro il quale i gestori devono completare lo smobilizzo dei cespiti in portafoglio e distribuire il ricavato ai sottoscrittori, che quasi tutti i fondi in questi anni hanno già prorogato in più occasioni: (1) perché era previsto in un articolo del regolamento del fondo, (2) perché hanno utilizzato la possibilità concessa dalla normativa di settore di usufruire del cosiddetto ”periodo di grazia” che prevede il prolungamento della durata del fondo per un massimo di tre anni oppure (3) perché hanno già sfruttato la prima proroga concessa in via straordinaria dal Governo Renzi nel 2014 con il decreto Competitività (Dl 116/14). Proroghe che in alcuni casi hanno più che raddoppiato la durata dell’investimento per i quotisti della prima ora. Sottoscrittori che al momento del collocamento non sono stati avvisati della possibilità di vedere la durata del loro investimento rinviata sine die.

Secondo il Sole 24 Ore in quest’ultimo caso la proroga corre in aiuto in primis e in extremis del Fondo Socrate di Fabrica Sgr che arriva in scadenza fra meno di un mese (31 dicembre 2020) con ancora gran parte del patrimonio immobiliare da vendere. Adesso il Cda e l’assemblea del fondo hanno pochi giorni di tempo per sfruttare la possibilità di vendere tutto entro fine 2022 e non con l’acqua alla gola in meno di un mese. Un’estensione che in qualche misura possono utilizzare anche altri fondi immobiliari che già sono nel cosiddetto “periodo di grazia”: la facoltà di proroga straordinaria varata con il decreto Ristori quater può infatti sospendere il periodo di grazia e farlo ripartire una volta terminata l’ultima proroga straordinaria. Un’occasione che potrebbe essere colta soprattutto per il fondo Atlantic1 di Dea Capital RE Sgr.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo