Enasarco, missile della Corteconti
“il governo imponga le elezioni”

Si parla di una lettera della magistratura contabile che fa notare ai ministeri come il consiglio dell’ente sia fuori regola se vara delibere di non ordinaria amministrazione e che lasciandolo fare anche i ministeri corrono il rischio di sottoscrivere di fatto un possibile danno erariale.

L’Enasarco si avvita alle sedieL’Enpam vota regolarmente

E’ un’indiscrezione, per carità, ma di prima mano: un altro missile si è abbattuto sulle residue resistenze del vertice dell’Enasarco contro l’ineluttabile necessità di andare al voto. Secondo fonti ufficiose dei ministeri coinvolti, la Procura regionale della Sezione giurisdizionale per il Lazio della Corte dei Conti avrebbe (ha) scritto ai ministeri del Lavoro, dell’Economia e alla direzione generale  per le politiche previdenziali per segnalargli che quanto sta accadendo all’Enasarco è sostanzialmente illecito. Ovvero che il Consiglio uscente, scaduto il 13 giugno e dunque in regime di prorogatio per un massimo di 45 giorni, non può in questa condizione che adottare atti di ordinaria amministrazione: il che significa che le varie delibere relative per esempio agli aiuti post-covid possono essere considerate tutte irregolari, e dunque a rischio di danno erariale.
Ma questo è il punto: se il consiglio Enasarco dovesse risultare essere andato oltre i suoi poteri, le lettere – tre o quattro, ormai – con cui i ministeri gli hanno reiteratamente intimato di procedere alle elezioni e che sono cadute nel vuoto, andrebbero a questo punto seguite dai fatti. A meno che i ministeri vigilanti non volessero in qualche modo condividere le responsabilità di quanto sta accadendo fuori dalle regole!
E che fatti possono fare i ministeri vigilanti, di fronte ad un’intimazione della Corte dei conti, su un ente che non si allinea all’indicazione governativa? Nel vocabolario italiano, possono fare solo una cosa, che si chiama commissariamento ad acta… 
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo